خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Cosa sta succedendo a Gaza e in Israele?
21
Giu
2024

Cosa sta succedendo a Gaza e in Israele?

È ancora possibile parlare di pace?

Mercoledì 26 giugno alle ore 17 IPSIA ACLI organizza, in diretta sulle pagine YouTube e Facebook, un momento di approfondimento in collegamento con la comunità di ‘Neve Shalom Wahat al-Salam' per portarci testimonianza della loro esperienza ed il punto di vista di chi da oltre 50 anni dimostra come sia possibile vivere in pace fra israeliani e palestinesi.

Tra le conseguenze del pogrom del 7 ottobre effettuato da Hamas e la rappresaglia smisurata di Israele nei confronti dei Palestinesi di Gaza vi è l’impossibilità di trovare un linguaggio comune intorno a cui costruire una pace possibile. La storia pare essersi fermata al 7 ottobre e stragi sempre più efferate rendono incomprensibili parole faticosamente costruite nel tempo.

Riconoscere l’altro anche come vittima e non solo come carnefice e la terra come comune destino e non come proprietà esclusiva può essere il primo passo per ricostruire una prospettiva minima e condivisa di pace, che ora pare una parola vuota di senso. Un riconoscimento che può iniziare solo dall’ascolto di chi sta subendo le conseguenze dirette e cruenti del conflitto.

Per queste ragioni IPSIA ha organizzato per mercoledì 26 giugno l’incontro con la comunità di Neve Shalom per ascoltare il loro punto di vista sulla situazione e le prospettive del conflitto di Gaza.

La comunità di Neve Shalom è stata fondata dal padre domenicano Bruno Hussar e dal 1977 qui convivono un centinaio di famiglie israeliane e palestinesi. Il villaggio si trova tra Tel Aviv e Gerusalemme, ed è stata costruito sui terreni donati dal monastero trappista di Latrun, simbolicamente sulla linea verde dell'armistizio del 1949. Oggi il villaggio vede la presenza di una scuola bilingue, una scuola per la pace e la Casa del Silenzio - un luogo di riflessione, meditazione e preghiera per tutte le persone di qualsiasi credo o cultura. Per maggiori informazioni: www.nswas.org e www.oasidipace.org.

Il programma

Introduzione di Marco Calvetto – presidente di IPSIA

Intervengono:

Nir Sharon e  Samah Salaime – co-direttori della scuola

Laura Valentini – Direttivo NSWS Italia

modera Mauro Montalbetti – IPSIA

Questo sito utilizza cookies necessari per la navigazione, nonché cookies anche di terze parti per finalità analitiche e di controllo della performance. Per l'informativa privacy e le modalità per gestire i cookies: CLICCA QUI.

Ultime notizie

Le ciabatte di gomma blu: dignità e diritti umani lungo la Rotta Balcanica

Le ciabatte di gomma blu: dignità e diritti umani lungo la Rotta Balcanica

Scrivere l'articolo conclusivo di quest'anno di Servizio Civile a Bihac è un compito difficile, ma anche un'opportunità per riflettere

Pubblicato il bilancio sociale 2023 di IPSIA

Pubblicato il bilancio sociale 2023 di IPSIA

Il bilancio sociale di IPSIA mette in trasparenza attività, risultati e collaborazioni

Cosa sta succedendo a Gaza e in Israele?

Cosa sta succedendo a Gaza e in Israele?

Mercoledì 26 giugno alle ore 17

Trasformare una spina in una soluzione

Trasformare una spina in una soluzione

Immaginate di passare ore e ore ogni giorno a tagliare legna, solo per cucinare i vostri pasti. Questa è la realtà per molte donne di Laikipia Nord, faticoso, richiede parecchio...

Migrazioni

Trieste è bella di notte - Milano 23 maggio ore 19.00

Trieste è bella di notte - Milano 23 maggio ore 19.00

IPSIA insieme a Caritas Ambrosiana e Farsi Prossimo, in collaborazione con Naga e Zalab, è lieta di invitarvi alla proiezione del film "Trieste è bella di notte"

Benvenuto marzo

Benvenuto marzo

Dopo aver affrontato il freddo inverno bosniaco, ci stiamo avvicinando alla primavera: la neve poco alla volta si scioglie, compaiono i primi fiorellini, le giornate si allungano e il cielo...

TRC Borici a Bihac: da ex studentato a campo di accoglienza per i migranti

TRC Borici a Bihac: da ex studentato a campo di accoglienza per i migranti

Attualmente in Bosnia sono attivi quattro campi per l’accoglienza dei migranti in transito lungo la rotta balcanica due a Sarajevo e due a Bihac

Il TRC di Lipa a un anno dalla nuova apertura

Il TRC di Lipa a un anno dalla nuova apertura

Da più di 5 mesi Anita, Irene, Fatima e Daniele (volontari in Servizio Civile in Bosnia Erzegovina) hanno iniziato il loro servizio al TRC di Lipa, una loro testimonianza