خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Un caffè più dolce
03
Mag
2024

Un caffè più dolce

Pratiche di apicoltura per coltivatori di caffè in Kenya

Hai mai pensato che le api potrebbero influenzare positivamente la qualità del caffè? A prima vista, potrebbe sembrare sorprendente collegare le api a un caffè di alta qualità. Tuttavia, è noto che questi insetti giocano un ruolo essenziale nella pollinazione, incluso quello delle piante di caffè.

È dimostrato, infatti, che la presenza di insetti impollinatori contribuisce significativamente all’aumento del peso delle bacche di caffè, che aumenta del 7%, raggiungendo il 25% quando a impollinare sono le api. I fiori delle piante di caffè, ricchi di nettare caffeinato, esercitano un forte richiamo per le api, le quali traggono beneficio energetico da questa sostanza, incrementando così la loro efficienza lavorativa. Per favorire questa attività impollinatrice, le piante di caffè tendono a produrre una maggiore quantità di caffeina nei loro fiori. Questo incremento nella concentrazione di caffeina non solo attira più impollinatori, ma contribuisce anche alla crescita di chicchi di caffè più grandi e di qualità superiore.

La combinazione di apicoltura e agricoltura contribuisce inoltre alla biodiversità e sostenibilità delle coltivazioni. La presenza di api favorisce infatti la presenza di altri insetti che svolgono un ruolo complementare nella pollinazione, come farfalle e moscerini. Favorendo una maggiore diversità di insetti impollinatori rende così l’ecosistema più resiliente.

Un ecosistema sano permette lo sviluppo di piante più robuste e resilienti, incrementando di conseguenza la resa dei raccolti e riducendo la necessità di ricorrere a fertilizzanti chimici e agrofarmaci.

IPSIA, nel progetto “Caffè Corretto” in corso in Kenya, sta introducendo pratiche di apicoltura nelle cooperative di produzione di caffè coinvolte nella contea di Embu, attraverso la formazione di 60 coltivatori selezionati, cui saranno distribuiti arnie e kit di raccolta. Oltre a migliorare la qualità del caffè e i profitti ad esso legati contribuirà alla diversificazione del reddito attraverso la produzione di miele, un mercato fiorente in Kenya, offrendo un flusso di entrate stabile, rafforzando la resilienza economica del piccoli agricoltori.  

Questo sito utilizza cookies necessari per la navigazione, nonché cookies anche di terze parti per finalità analitiche e di controllo della performance. Per l'informativa privacy e le modalità per gestire i cookies: CLICCA QUI.

Ultime notizie

Cosa sta succedendo a Gaza e in Israele?

Cosa sta succedendo a Gaza e in Israele?

Mercoledì 26 giugno alle ore 17

Trasformare una spina in una soluzione

Trasformare una spina in una soluzione

Immaginate di passare ore e ore ogni giorno a tagliare legna, solo per cucinare i vostri pasti. Questa è la realtà per molte donne di Laikipia Nord, faticoso, richiede parecchio...

Chiusi, fuori!

Chiusi, fuori!

Il 4 e 5 maggio la Presidenza Nazionale delle Acli ha scelto di incontrare IPSIA a Bihac dopo aver sottoscritto a Trieste l’appello ai candidati alle prossime elezioni europee ad...

"Chiusi dentro” - Giovedì 30 maggio alle Acli Milanesi

"Chiusi dentro” - Giovedì 30 maggio alle Acli Milanesi

Chiusi Dentro racconta la vita e la storia di queste realtà di questi campi in un dossier curato alla rete RiVolti ai Balcani,

Migrazioni

Trieste è bella di notte - Milano 23 maggio ore 19.00

Trieste è bella di notte - Milano 23 maggio ore 19.00

IPSIA insieme a Caritas Ambrosiana e Farsi Prossimo, in collaborazione con Naga e Zalab, è lieta di invitarvi alla proiezione del film "Trieste è bella di notte"

Benvenuto marzo

Benvenuto marzo

Dopo aver affrontato il freddo inverno bosniaco, ci stiamo avvicinando alla primavera: la neve poco alla volta si scioglie, compaiono i primi fiorellini, le giornate si allungano e il cielo...

TRC Borici a Bihac: da ex studentato a campo di accoglienza per i migranti

TRC Borici a Bihac: da ex studentato a campo di accoglienza per i migranti

Attualmente in Bosnia sono attivi quattro campi per l’accoglienza dei migranti in transito lungo la rotta balcanica due a Sarajevo e due a Bihac

Il TRC di Lipa a un anno dalla nuova apertura

Il TRC di Lipa a un anno dalla nuova apertura

Da più di 5 mesi Anita, Irene, Fatima e Daniele (volontari in Servizio Civile in Bosnia Erzegovina) hanno iniziato il loro servizio al TRC di Lipa, una loro testimonianza