خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Lunedì, 06 Maggio 2019 11:37

La Valle della Una, un tesoro nascosto

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Venerdì 10 maggio IPSIA e il Circolo Terre e Libertà ospiteranno una presentazione di promozione del territorio dei partner bosniaci del Cantone di Una Sana in Bosnia Erzegovina. L'evento si terrà presso il Circolo Terre e Libertà San Luigi in Via Don Bosco 7 dalle ore 17. Dalle 17 ci sarà una breve presentazione dell'offerta turistica e delle destinazioni, dalle 18 degustazione dei prodotti tipici locali. Vi invitiamo a diffondere ad amici, associazioni, circoli e partecipare alla serata.

La regione dell’Una Sana è un’area culturale e storica situata nella parte nord-occidentale della Bosnia Erzegovina, che confina con la Repubblica di Croazia con la barriera naturale della montagna Plješevica e del fiume Una, il cui nome venne dato per la straordinaria bellezza e unicità dall'impero romano, che si insediò per lungo tempo in quel territorio. Attraverso gli insediamenti e le conquiste di questa regione, da parte degli slavi, degli ottomani e degli asburgo, tutti hanno contribuito a rendere più colorato questo intreccio di culturale, rendendo questa regione unica, ma sopratutto rinomata e apprezzata per le sue attrazioni naturali come le cascate di Štrbački Buk e di Martin brod. Le magnifiche tonalità di verde del fiume e dei boschi, la natura, la ricchezza dei corsi d’acqua e la vita dentro e intorno a loro, le città pittoresche e i luoghi pieni di storie antiche, la gente orgogliosa con un grande sorriso, la loro accoglienza calorosa con cibo meraviglioso garantiscono un’esperienza che sarà ricordata per sempre.

Letto 44 volte Ultima modifica il Mercoledì, 22 Maggio 2019 15:25
Daniele Socciarelli

Sono nato a Milano il 24 marzo del 1983, città dove tutt’ora vivo.

 

Nel 2002 ho incontrato IPSIA grazie al progetto di volontariato internazionale Terre e Libertà , con il quale ho iniziato ad appassionarmi ai territori dell’ex Jugoslavia e alla lingua serbo-croata-bosniaca. Nel 2007 sono partito come cooperante in Kosovo per un progetto sulle migrazioni che mi ha portato, al rientro, a seguire alcuni attività di Educazione alle Sviluppo con le associazioni di migranti.

 

Dal 2011 seguo a tempo pieno le attività del progetto Terre e Libertà fondendo così passione e lavoro, al quale di recente si è affiancato il coordinamento dei volontari del Servizio Civile Volontario all’estero.

Ultime notizie

A Scutari operatori in formazione

Continuano i corsi di formazione e aggiornamento per gli operatori che lavorano nei servizi residenziali per orfani di Scutari. Sono circa 60 le persone che da febbraio stanno prendendo parte agli...

La primavera al confine dell'Unione Europea

Con l’arrivo della primavera il numero di persone che tenta di attraversare il confine tra Bosnia Erzegovina e Croazia è aumentato

La sfida delle imprese migranti

Le imprese di iniziativa migrante rappresentano un attore essenziale dell’economia Senegalese. Il progetto PAISIM accompagna 10 di queste esperienze transnazionali fra Senegal e Italia

Migrazioni

Osservatorio sull'inclusione finanziaria dei migranti: pubblicato il IV rapporto

Disponibile online il IV rapporto dell'Osservatorio Nazionale sull'Inclusione Finanziaria dei Migranti, realizzato dal Cespi, con la collaborazione di Ipsia sul territorio di Milano

IPSIA del Trentino e "Scacco Matto Afghanistan"

IPSIA del Trentino questa settimana promuove lo spettacolo teatrale "Scacco Matto Afghanistan" per far riflettere 6 gruppi di studenti tra i 15 ed i 18 anni sul tema dell'emergenza profughi.

Nuovo piano europeo per le gestire le migrazioni

A breve al Consiglio europeo verrà discussa la proposta della Commissione di usare la politica estera e di cooperazione allo sviluppo per fermare le migrazioni.

Migrazioni? Business as usual

Il Consiglio europeo del 15 dicembre 2016 non ha visto alcun nuovo accordo per superare l'assenza di solidarietà tra i Paesi Membri, nella gestione dell'accoglienza dei rifugiati.