خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Tratta da Il Fatto Quotidiano Tratta da Il Fatto Quotidiano
09
Lug
2018

Accordo Macedonia-Grecia

A cura di Martina Catini

 

Accordo Macedonia-Grecia

Ieri il Parlamento macedone ha ratificato per la seconda volta l'accordo preliminare sul cambio del nome della Macedonia in Repubblica di Macedonia settentrionale, che è stato ufficialmente firmato con la Grecia in un incontro sul versante greco del Lago di Prespa, il 17 giugno. A questo riguardo, infatti, alla presenza dell'Alto rappresentante UE Federica Mogherini e del Commissario europeo all'allargamento, Johannes Hahn, i due primi ministri, rispettivamente della Macedonia, Zoran Zaev, e della Grecia, Alexis Tsipras, hanno siglato il documento d'intesa, dopo il voto favorevole arrivato dal Parlamento greco. L'Alto rappresentante dell'UE si è espressa così in occasione della firma dell'accordo: '(l'accordo di oggi) è un esempio e un modello per gli altri leader dei Balcani occidentali. Qualsiasi controversia si può risolvere con il dialogo'. Questo incontro storico contribuisce a chiudere definitivamente una disputa tra i due paesi, sorta quando, nel 1991, la Repubblica di Macedonia dichiarò con tale nome la sua indipendenza dalla Jugoslavia. La Grecia si è sempre opposta all'adozione di tale denominazione, che richiamava una delle sue regioni settentrionali, un tempo culla dell'impero di Alessandro Magno il Macedone, ritenendo che la 'Macedonia' appartenesse esclusivamente al patrimonio culturale e storico ellenico. Atene temeva infatti che il paese vicino potesse far valere delle pretese territoriali nei suoi confronti, anche se Skopje assicurò di non avere nessuna aspirazione sui territori greci, inserendo nella propria costituzione un emendamento ad hoc. Nonostante ciò, la Grecia ha fino ad ora bloccato la richiesta della Macedonia di adesione alla Nato e all'Unione Europea e ha consentito al suo vicino di entrare a far parte delle Nazioni Unite solo tramite l'adozione della denominazione provvisoria dell' 'Ex repubblica jugoslava della Macedonia' (Fyrom). Attualmente la Macedonia si dimostra ben disposta a negoziare con la Grecia sul proprio nome, per assicurarsi un posto nell'UE (anche nella NATO) e, ieri, dopo l'intesa preliminare tra i due paesi, si è svolta per la seconda volta, in seno al Parlamento macedone, la votazione per l'approvazione della modifica della denominazione, con 69 voti a favore su un totale di 120 deputati che compongono il Parlamento. I rappresentanti dell'opposizione hanno lasciato l'aula durante la votazione in segno di protesta contro l'accordo, visto che, in base alla Costituzione, se il parlamento ratifica una legge per una seconda volta, il presidente della Repubblica non può esimersi dal firmarla. Già, subito dopo l'incontro tra i due paesi, il presidente conservatore della Macedonia, Gjorgje Ivanov, aveva già affermato di non voler firmare il documento d'intesa, definendolo incostituzionale e nocivo per gli interessi del paese. Comunque, se anche il Presidente dovesse sottoscrivere l'accordo, all'interno del Parlamento greco le forze politiche nazionaliste potrebbero vanificare tutti gli sforzi fatti fino ad ora e che eventualmente verranno fatti, esprimendo opposizione all'eliminazione del veto all'ingresso della Macedonia nell'UE.

Notizie più lette

Viaggio in Bosnia Erzegovina per il miniponte del 2 giugno

Sono aperte le iscrizioni per il viaggio naturalistico culturale nel Parco Nazionale della Una, nel Nord Ovest della Bosnia Erzegovina, alla scoperta di paesaggi, tradizioni e sapori, dal 29 maggio...

Servizio Civile: candidature entro il 23.04!

Ricordiamo agli aspiranti volontari che è il 23 aprile la data entro la quale devono pervenire alla sede nazionale delle Acli di Roma le domande di partecipazione per il progetto “Promuovere partecipazione...

Lotteria IPSIA 2015 per Terre e Libertà e Alimentare lo Sviluppo

Il 20 luglio 2015 alle ore 20.00 c/o la sede della Acli Provinciali di Milano, si è tenuta l’estrazione della “Lotteria IPSIA 2015″. 3644 il numero dei biglietti venduti. Di...

Presentazione campo di volontariato estivo in Senegal

Giovedì 16 aprile 2015 c/o NIOFAR - 4° festival dell'amicizia itaolo-senegalese verrà presentata la proposta di campo estivo e il progetto di cooperazione internazionale "Alimentare lo Sviluppo".

Migrazioni

Osservatorio sull'inclusione finanziaria dei migranti: pubblicato il IV rapporto

Disponibile online il IV rapporto dell'Osservatorio Nazionale sull'Inclusione Finanziaria dei Migranti, realizzato dal Cespi, con la collaborazione di Ipsia sul territorio di Milano

IPSIA del Trentino e "Scacco Matto Afghanistan"

IPSIA del Trentino questa settimana promuove lo spettacolo teatrale "Scacco Matto Afghanistan" per far riflettere 6 gruppi di studenti tra i 15 ed i 18 anni sul tema dell'emergenza profughi.

Nuovo piano europeo per le gestire le migrazioni

A breve al Consiglio europeo verrà discussa la proposta della Commissione di usare la politica estera e di cooperazione allo sviluppo per fermare le migrazioni.

Migrazioni? Business as usual

Il Consiglio europeo del 15 dicembre 2016 non ha visto alcun nuovo accordo per superare l'assenza di solidarietà tra i Paesi Membri, nella gestione dell'accoglienza dei rifugiati.

Calendario notizie