خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google
Categoria: Migrazioni

Ai confini dell'UE tra proteste e marce

Quello che sta accadendo in questi ultimi giorni al confine tra Bosnia e Croazia è conseguenza di una situazione che si protrae da mesi, tra marce e proteste di cittadini e migranti

A Bihać è in corso un'emergenza migranti

Dopo la Grecia, la Macedonia e la Serbia, è la Bosnia Erzegovina. IPSIA si impegna a raccogliere e distribuire aiuti e la distribuzione dei pasti. Anche tu puoi agire con il tuo aiuto.

ROTTA BALCANICA 2.0

Un'improvvisa ondata migratoria ha creato scompiglio in Bosnia Erzegovina. Greta e Giovanna, le nostre due volontarie dei Corpi Civili di Pace ci raccontano l'emergenza di questi giorni.

Categoria: Primo piano

Emergenza migranti a Bihać

IPSIA insieme a Caritas italiana e Caritas ambrosiana è impegnata sin dal 2015 lungo la Balkan Route, con interventi di emergenza e di sostegno psico-sociale per le decine di migliaia di persone in fuga da guerra e dittature.
Dopo la Grecia, la Macedonia e la Serbia, è la Bosnia Erzegovina che da inizio 2018 ha visto crescere in modo esponenziale il numero di migranti, rifugiati e richiedenti asilo che attraversano il paese cercando di entrare in Europa.
IPSIA con la Croce Rossa di Bihać si impegna a raccogliere e distribuire vestiti, scarpe, coperte, cuscini, materassini e il necessario per l’igiene personale e la distribuzione dei pasti.
Anche tu puoi agire con il tuo aiuto, sostieni subito Ipsia con una donazione.

Categoria: Notizie ed approfondimenti

Graduatorie provvisorie per i Corpi Civili di Pace

Sono uscite le graduatorie provvisorie dei candidati del progetto di Servizio Civile Nazionale all'Estero sui Corpi Civili di Pace, per la sede di Bihac e Mitrovica

Imparare a conoscere

Alcuni studenti del Liceo Classico Berchet propongono alla collettività un approfondimento sulla guerra in Bosnia Erzegovina e sulla strage di Srebrenica, con l'aiuto di due testimoni: Kanita e Fatima

Gioca, non stare a guardare!

Dal 1° al 6 novembre a Lodi il Clan Eos racconterà l'esperienza di Terre e Libertà in Bosnia Erzegovina, tramite la mostra fotografica Gioca, non stare a guardare! 

Al via il corso di serbo croato bosniaco di Ipsia Milano!

Inizia il 16 novembre il tradizionale corso di lingua proposto dalla sede milanese, diviso nei livelli base e intermedio. Una occasione per conoscere lingua e cultura dei Balcani. Iscrizioni aperte!

Genocidi del secolo breve: comprendere l'incomprensibile

Giornata di memorie e riflessioni 20 anni dopo Srebrenica e 100 anni dopo il genocidio degli Armeni, il 9 luglio 2015, ore 10.30-17.00, presso l'Università di Milano-Bicocca

Progetti in corso

South Kosovo Agriculture Economic Development

Obiettivo generale del progetto è supportare la ripresa economica e la creazione di condizioni favorevoli per lo sviluppo economico nel sud del Kosovo, in linea con le buone prassi dell’Unione Europea.

sviluppo rurale, kosovo, agricoltura e sicurezza alimentare

Progetti conclusi

Nessun progetto

Notizie

Nuove attrezzature per le filiere agroalimentari

Realizzati magazzini di stoccaggio e chioschi di vendita per i prodotti delle filiere agricole di cereali, frutta e ortaggi nel progetto Alimentare lo sviluppo in corso in Senegal

Alimentare lo sviluppo in Kenya: i primi sei mesi di progetto

Lo stato di avanzamento del progetto su agricoltura e sicurezza alimentare in corso con la Meru Herbs e Celim Milano in Kenya, raccontato dalla cooperante Daniela Fiorito

Valorizzazione delle filiere agroalimentari e sviluppo di fonti energetiche rinnovabili nella contea di Tharaka-Nithi

Il progetto mira a favorire lo sviluppo socio-economico della contea di Tharaka-Nithi attraverso il miglioramento delle condizioni di vita delle donne e dei giovani.

Alimentare lo sviluppo. Agricoltura familiare e filiere di trasformazione nelle regioni di Thies e Louga

Il progetto vuole contribuire allo sviluppo socio economico delle regioni di Thiès e Louga, in Senegal, attraverso il rafforzamento del comparto agroalimentare locale, con particolare riferimento alle filiere di produzione e trasformazione agricola delle comunità rurali di Merina Ndakhar e Ndande.