خرید vpn خرید کریو خرید کریو دانلود فیلم خارجی دانلود آهنگ ایرانی دانلود فیلم خرید vpn دانلود فیلم خرید vpn خرید vpn خرید کریو Google

BANDI APERTI

Il 20 agosto 2018 è stato pubblicato il nuovo bando di Servizio Civile Nazionale. Fino al 28 settembre 2018 è possibile presentare domanda di partecipazione ad uno dei 5.408 progetti che si realizzeranno tra il 2018 e il 2019 su tutto il territorio nazionale e all’estero.

Nel bando nazionale sono inseriti anche i 94 progetti all’estero, che vedranno impegnati 805 volontari, e i 151 progetti “sperimentali” che consentiranno a 1.236 giovani di “collaudare” alcune novità introdotte dalla recente riforma del servizio civile universale. Si tratta, nello specifico, della flessibilità della durata del progetto e dell’orario di servizio; di un periodo di tutoraggio, fino a tre mesi, finalizzato a facilitare l’accesso al mercato del lavoro dei volontari o, in alternativa, di un periodo di servizio in un altro Paese dell’Unione Europea; di misure che favoriscono la partecipazione dei giovani con minori opportunità.

Quest’anno, per facilitare la partecipazione dei giovani al Bando volontari e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è stato realizzato il sito dedicato www.scelgoilserviziocivile.gov.it che, grazie al linguaggio più semplice, diretto proprio ai ragazzi, potrà meglio orientarli tra le tante informazioni e aiutarli a compiere la scelta migliore.

IPSIA partecipa al bando con il progetto Affacciati ad altri balconi in 8 paesi: 

EUROPA: Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo, Romania e Moldavia

AFRICA: Kenya, Senegal e Mozambico

Il progetto si propone di contribuire a rafforzare la resilienza delle comunità nelle quali si intende lavorare. In contesti così precari è fondamentale concentrarsi su programmi semplici e flessibili che sviluppino contemporaneamente le capacità governative delle comunità ed in particolare la capacità di rispondere in maniera adeguata a situazioni di crisi economico-sociali ed ai disastri naturali. Per questo il progetto mira a supportare i processi già in corso, ponendo l’accento sull’importanza del lavoro della costruzione di network che possano sostenere le comunità in momenti di crisi, della formazione/informazione per il rafforzamento delle competenze anche trasversali, come strumento di prevenzione e gestione delle crisi; della partecipazione allargata ai diversi componenti della comunità, come giovani e donne, perché questo crea nuove conoscenze, ricambi generazionali, opportunità di scambio e quindi può potenzialmente generare azioni collettive condivise ed più efficaci.

Qui il testo completo di progetto Affacciati ad altri balconi